Rintracciare ricambi cassetta incasso CATIS

Rintracciare ricambi cassetta incasso CATIS

Rintracciare i ricambi di una cassetta ad incasso CATIS è sicuramente un lavoro complicato, soprattutto se non si hanno esperienze nel settore. I ricambi delle cassette Wc hanno un importanza notevole, in quanto ti permettono di sostituire solo il pezzo danneggiato senza dover intervenire con opere murarie facendoti risparmiare tempo e denaro. A volte potresti imbatterti in tecnici che per riparare il tuo sciacquone consigliano di smurare la cassetta o in casi estremi di rifare il bagno. Bene, stanne alla larga. I problemi di perdita di una cassetta sono, nella maggior parte dei casi, risolvibili in maniera semplice ed economica, a meno che l involucro non sia bucato. Solo in questo caso è obbligatorio smurare la cassetta.

I tecnici specializzati consiglieranno sempre di sostituire il pezzo ed intervenire con un trattamento anticalcare che farà tornare la cassetta come nuova (Clicca QUI per i dettagli). Nei negozi specializzati come il nostro troverai sempre il ricambio giusto di tutte le marche più conosciute.

In questo articolo parleremo nello specifico della cassetta ad incasso CATIS e ti aiuteremo a rintracciare il pezzo che si è rotto ma che non sai come acquistare.

Per prima cosa per semplificarti la strada, divideremo le cassette CATIS in 3 modelli:

  1. Cassetta incasso 10 Litri
  2. Cassetta incasso 11 litri
  3. Cassetta incasso 14 litri

Capire quale modello devi prendere in considerazione è semplicissimo, basta saper distinguere le 3 tipologie di pulsante. Entriamo nello specifico:

Cassetta incasso 10 Litri

Le cassette CATIS 10 litri, comunemente chiamate Acquastop per la possibilità di scaricare e bloccare l acqua manualmente, sono facilmente riconoscibili tramite la placca di azionamento (1) divisa in 3 parti, sia il vecchio modello che il nuovo, con al centro il pulsante START E STOP o appunto Acquastop. La placca è dotata di controplacca ed accessori. Il porta meccanismi invece (2) è un pezzo a parte che va acquistato separatamente. I pezzi da cambiare in una cassetta CATIS non sono poi tanti, a differenza di altre marche. Bisogna innanzitutto capire la natura del problema ed andare a sostituire il pezzo difettoso. Solitamente se la cassetta perde subito dopo aver scaricato bisogna intervenire sulla valvola (3) mentre se la perdita avviene dopo che il galleggiante ha caricato la cassetta allora bisogna sostituire appunto il galleggiante (4).

CASSETTA 10 LITRI CATIS

 

Cassetta incasso 11 litri

Le cassetta incasso 11 litri si riconoscono dalla placca rettangolare con un pulsante quadrato più piccolo sulla destra (1). Anche in questo caso il porta meccanismi (2) è venduto separatamente. La valvola (3) è molto simile a quella da 10 litri ma è dotata di bilanciere e leggermente più lunga. Nei modelli vecchi l asta della valvola era in metallo e spesso viene confusa con i modelli da 14 litri, mentre la nuova è in plastica. Il galleggiante (4) è molto simile a quello da 14 litri ma con asta più corta.

CASSETTA 11 LITRI CATIS

 

Cassetta incasso 14 litri

La cassetta incasso 14 litri è bene dividerla in “singola” e “doppia” e si riconosce dal classico pulsante CATIS cromato (2). Se è presente un solo pulsante è appunto singola, mentre la doppia è montata ad esempio in bagni spalla a spalla che utilizzano una sola cassetta ma con due pulsanti. Entrambe le tipologie hanno una piastra di copertura (1) che serve per ispezionare la cassetta ed intervenire sui ricambi. I galleggianti sono differenziati (4) per la singola, (5) per la doppia. Le valvole invece sono di tre diverse tipologie (3) e vengono riconosciute dalla sfera, in base al loro anno di produzione.

  1. Valvola con sfera polistirolo/gomma sagomata
  2. Valvola con sfera polistirolo/gomma tonda
  3. Valvola con sfera plastica/gomma

Queste cassette con sistema pneumatico funzionano grazie al cilindretto che riceve l aria e fa alzare la valvola. Possono essere di due tipi, a due fori (6), con la possibilità di sostituire anche il porta cilindretto (7), e a tre fori (8), facilmente riconoscibili tra loro.

CASSETTA 14 LITRI CATIS

 

Come hai potuto vedere non è poi così complicato rintracciare i ricambi CATIS giusti per la tua cassetta, che a differenza di altri marchi ha prodotto solo queste tipologie, facilitando e non di poco la ricerca del pezzo giusto. Se questo articolo ti è stato utile e vorresti saperne di più lasciaci un commento.

Se vuoi rimanere aggiornato con le nostre News seguici su Facebook ,Instagram o iscriviti al nostro canale Youtube

Guida alla manutenzione della cassetta incasso WC

Guida alla manutenzione della cassetta incasso WC

Guida alla manutenzione della cassetta incasso WC

È capitato probabilmente a molti di avere questo problema in casa, spesso per farlo lavorare bene occorre metterci mano. Ovviamente la cassetta incasso WC non è universale, infatti, dello “sciacquone” del nostro bagno, ci sono diverse tipologie. Ognuna di queste ha una diversa tipologia di installazione e manutenzione, nonché funzionalità differenti. Secondo noi una delle più utilizzate sono proprio quelle a incasso, sicuramente per una questione estetica, infatti, va posta sotto le maioliche e resta invisibile.

Le produzioni più recenti sono composte da una placca, che può variare di colore con annessi pulsanti di scarico, uno da 3 lt. e uno da 9 lt. Quindi con una attenzione al risparmio idrico e rispetto dell’ambiente. L’installazione di una di queste cassette WC non necessita di particolari opzioni, se non lo spessore del muro che deve essere di almeno 10 cm. Tuttavia, per muri sotto questa soglia ci sono comunque soluzioni che si possono adottare.

Ora, abbiamo capito che la cassetta incasso WC è sicuramente la scelta migliore da un punto di vista estetico, ma anche per il risparmio idrico, il punto dolente è la manutenzione non proprio facile. La ragione è ovvia, essendo sostanzialmente murata è difficile raggiungere i componenti delle parti interne, come le guarnizioni, valvole, galleggianti ecc… Essendo queste parti di materiale plastico sono facilmente oggetto di usura e deterioramento, quindi di norma hanno una durata sicuramente più limitata rispetto ai ricambi degli scarichi tradizionali.

Ecco, quindi, che la manutenzione della cassetta incasso WC è un punto cruciale, sì perché se non ben mantenuta invece di far risparmiare acqua potrebbe farne consumare di più. Da questo va da sé che è fondamentale mantenerla sempre in perfetta efficienza con controlli periodici.

I marchi disponibili sul mercato sono diversi, Geberit, Grohe, Catis, Valsir, Coes, Faismilani, Oliver, Pucci, ITS Todini, Kariba, Stir Blitz, questi solo i più noti. Il lato positivo è che se pur la nostra cassetta incasso WC è ormai fuori produzione, trovare i ricambi non è quasi mai un problema, nei migliori shop online si trova sempre il pezzo di ricambio.

Come fare manutenzione della cassetta incasso WC

f200In questo post vogliamo semplicemente ricordare che la manutenzione della cassetta incasso WC può creare problemi, ed è bene sapere cosa fare in questi casi. Tra le cause principali di malfunzionamento della cassetta incasso WC, è sicuramente dovuto alla formazione di calcare che crea problemi alla valvola di scarico, al galleggiante o alla sede stessa della cassetta. Ovviamente tutto questo può essere limitato o del tutto evitato, per farlo e mettersi al riparo da problemi occorre fare un lavaggio delle varie parti con prodotti specifici. Uno di questi prodotti professionali è l’F200, prodotto dalla Faren. Si tratta di un concentrato e risolve il problema del calcare evitando di lasciare residui dopo ogni singolo trattamento. Non aggredisce e non compromette le parti e componenti in plastica e gomma, quindi perfetto per lo scopo.

Questo trattamento è possibile farlo in due modalità, una Base e una Finitura. Per la Base versare 500ml di prodotto, quindi mezza confezione nella cassetta piena d’acqua. Poi lasciare agire il prodotto per circa 5-10 minuti, chiudere l’acqua di entrata (della cassetta) e poi scaricare. Il trattamento Finitura va fatto sempre con acqua in entrata chiusa e quindi versare altri 500ml di prodotto, quindi la metà restante. A questo punto si lascia agire per 2-3 minuti il prodotto e poi riaprire l’acqua, attendere che la cassetta si riempie di nuovo e poi scaricare tutto. Con questo sistema di manutenzioni rimuoviamo tutto il calcare nel frattempo formatosi nella cassetta incasso WC. Con il risultato che allungheremo la vita delle parti della cassetta evitandoci anche problemi e spreco d’acqua! Se vuoi il prodotto clicca Qui, per il tutorial guarda il Video

 

error: